Guida: Stufa pirolitica


stufa pirolitica

Ecco come realizzare, con spesa zero, un’efficientissima stufa pirolitica, ovvero una stufa a gas… senza il gas! La stufa è costituita da un semplice barattolo (pelati, cibo per cani e altro) aperto da un lato per il passaggio dell’aria, mettendo una pezza davanti in modo da regolare il flusso di aria. Sulla parte superiore del barattolo ci sono dei buchi fatti con un cacciavite, che serviranno sempre per il passaggio di aria. Sopra il barattolo ci sarà un tubo (scolo dell’acqua) con la sommità tagliuzzata, dove all’interno verrà inserito il pellets o sostanze organiche. La stufa sfrutta un fenomeno conosciuto da decenni, che è quello della pirolisi delle bio-masse. In pratica, dopo un innesco iniziale, le biomasse introdotte della stufa (ghiande, foglie, corteccia, rametti ma anche i comunissimi pellets di legno) iniziano a produrre spontaneamente un gas infiammabile. Le biomasse smetteranno di bruciare, mentre a bruciare sarà il gas da loro prodotto con uno sviluppo di calore intensissimo e senza l’emissione di fumi (non serve la canna fumaria infatti). Le biomasse andranno incontro ad una ‘carbonificazione’ che può essere riutilizzata per bruciare nella stufa a legna di casa (è carbone a tutti gli effetti) oppure come ottimo fertilizzante da mescolare alla terra.

Qui sotto troverete un video esempio di stufa pirolitica ideata e costruita da noi, usando un barattolo vecchio, un tubo per lo scolo dell’acqua e una manciata di pellets e sostanze organiche. Questa attività può essere svolta al campo estivo per insegnare ai ragazzi come costruire una stufa pirolitica (in dimensioni più grandi) e magari usarla per cucinare!

Vedi anche:

  1. http://fuocoperfetto.altervista.org/Istruzionietutorial.html
  2. http://lo-scienziato.blogspot.it/2012/06/fornello-pirolitico-utile-per-il.html

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social.

 

Lascia una tua valutazione!

Lascia un commento